Sublimatore Acido Ossalico Professionale a batteria

Sublimatore per Apicoltura autonomo per acido ossalico con batteria ricaricabile

astabees orange - sublimatore sb001- ogni ricarica riesce a sublimare 45 arnie !!

Sublimatore a batteria "Orange SB001"

Sublimatore portatile caratterizzato da una forma compatta, prestazioni stabili e conformazione adattata all’uso diretto in arnia. Può essere usato all’aperto e senza bisogno di collegamenti esterni a rete di alimentazione o batterie.

Dispositvo per il veloce riscaldamento del supporto utile (non esclusivamente) per la sublimazione dell’acido ossalico per l’utilizzo in applicazioni di trattamento anti varroa.

Il Sublimatore è dotato di batteria ricaricabile, per ogni trattamento impiega circa 80 secondi e può eseguire circa 50 trattamenti con una ricarica.

340,00 €

325,00 €

  • esaurito

Il sublimatore del futuro.....

La scelta migliore !

Sublimatore autonomo per acido ossalico - Manuale istruzioni -

1. Generalità

 Sublimatore portatile caratterizzato da una forma compatta, prestazioni

 stabili e conformazione adattata all’uso diretto in amia. Può essere usato

 all’aperto e senza bisogno di collegamenti esterni a rete di alimentazione o

 batterie.

 2. Disposizione del pannello

 Sono disponibili due parti di pannello:

- Lato A

 [Al] Boccola rossa per collegamento alimentazione da polo positivo

         caricabatteria

 [A2] Fusibile (20 A)

 [A3] Boccola nera per collegamento alimentazione polo negativa

          carica batteria

- Lato B

- [B1] Spia fase di funzionamento/sublimazione

- [B2] Pulsante di avvio processo

- [B3] Selezione Funzionamento/caricabatteria

 -Ed un lato frontale - Paletta di sublimazione

3. Informazioni di sicurezza: Il dispositivo è venduto con fusibile di protezione  non inserito, comunque fornito a corredo. Nei periodi di non utilizzo rimuovere il fusibile di protezione. Per la sicurezza contro avvii accidentali dei dispositivo inserire il fusibile SOLO per il periodo di funzionamento, quindi estrarlo e tenerlo a disposizione. Il produttore non si assume responsabilità per ovvi accidentali e non eseguiti all’aperto. Non aprire il contenitore se non autorizzati in qualità di servizio tecnico/assistenza e non appositamente formati. Il dispositivo è autonomo e contiene una batteria ermetica . Non lasciare il dispositivo (o la batteria) vicino a fonti di calore o eventuali fonti di scintille. Non porre a contatto con oggetti contenenti plastificanti, solventi organici o PVC morbido, perché potrebbero danneggiare " contenitore in ABS della batteria. Non comprimere e/o piegare i terminali della batteria né surriscaldarli (non saldarlil). È sconsigliato l'utilizzo prolungato del dispositivo (o delle batterie) in posizione capovolta. Stoccare i dispositivi in un ambiente fresco eventilato. Evitare di Usare dispositivo e batterie in ambienti dove, per variazioni di temperatura, è possibile la formazione di condensa sulle batterie. Durante il trasporto e/o immagazzinamento le batterie perdono una parte della loro capacità a causa dell’autoscarica. È necessario quindi ricaricarle bene prima del montaggio e periodicamente in caso di fermo prolungato.

4. Precauzioni Speciali per il periodo di non utilizzo riporre il sublimatore nella valigetta in cui è stato fornito, posizionare la leva deviatore (B3) in posiziona di "Carica Batteria” per evitare che nel trasporto possa accidentalmente subire urti che possano provocare danni meccanici, rottura della parti componenti ovvero avvii indesiderati del dispositivo di cui produttore non può essere ritenuto responsabile.

5. Precauzioni Speciali per il Funzionamento Durante il procedimento evitare di toccare l’estremità della paletta in quanto, per ragioni di funzionamento proprio del dispositivo, è un elemento che viene scaldato ad alte temperature (> 150°C) con rischio di scottature ed ustioni. In caso di intervento di ustioni rivolgersi al più vicino prontosoccorso. L'acido ossalico puro è una sostanza insalubre, tossica e corrosiva ma non è pericoloso se viene trattato con la dovuta cautela come tutte le altre sostanze usate nel controllo della varroa. Il pericolo consiste nella inalazione della polvere di acido ossalico durante la manipolazione. È necessario indossare una maschera, occhiali protettivi e un paio di guanti in gomma. Evitare anche i minimi rischi di eventuali piccole fuoriuscite di acido dall'alveare. Non operare in prossimità di aree frequentate o abitate e durante il trattamento non operare in posizione sottovento. Fare riferimento alla scheda di sicurezza del materiale usato in sublimazione (il prodotto non è fornito a corredo della confezione) .

L’estremità sublimatrice contiene un circuito elettronico: è necessario avere particolare cura ed attenzione nella fase di inserimento nell'arnia ed assicurarsi che non vi siano ostacoli, anche interni (cera, miele o propoli) nel percorso di inserimento. Nel caso è possibile passare una lama per eliminare le impurità e facilitare l’introduzione del sublimatore

6. Caratteristiche tecniche generali: Dispositivo per il veloce riscaldamento del supporto utile (non esclusivamente) per la sublimazione dell'acido ossalico per l‘utilizzo in applicazioni di trattamento antivarroa.

Funzionamento

- Inserire il fusibile 20A nell'apposito portafusibile

- Collocare la dose di acido ossalico nell'apposito vano all’estremità della paletta di sublimazione.

- Inserire la paletta del sublimatore nell'arnia utilizzando il punto di accesso delle api

- Portare il deviatore B3 verso l'alto in posizione "Funzionamento”

- Al primo avvio attendere qualche secondo per l’avvio del programma.

- Premere il pulsante di avvio [si accende la spia]

- Attendere il termine del ciclo coincidente con lo spegnimento della spia di funzionamento.

- Chiudere le aperture di passaggio delle api, con le spugnette fornite a corredo ovvero con altri mezzi utili allo scopo

- Ripetere il ciclo nelle arnie rimanenti.

Al termine delle operazioni rimuovere i fusibile e portare il selettore in posizione ”Ricarica”

Ricarica della batteria Lasciare inserito il fusibile. Portare il selettore in posizione ”Ricarica". Collegare il caricabatteria per batterie ermetiche ai terminali positivo (rosso) e negativo (nero). Attendere il segnale di fine carica a disposizione del caricabatteria. Rimuovere il fusibile fino a nuove operazioni. Al primo utilizzo procedere ad una prima ricarica. Non far mai scaricare completamente la batteria. Non lasciare per lunghi periodi il dispositivo inutilizzato, si consiglia di procedere ad una ricarica non oltre i due mesi di inattività.

Informazioni varie: come verificabile ad una prova fuori arnia l’acido ossalico sublima nella quasi totalità: a fine procedimento è normale un piccolo residuo ancora allo stato liquido che può essere rimosso facilmente con un piccolo pennello o attrezzo similare; lasciato però risolidificare, il residuo potrà apparire di volume significante per effetto del processo chimico con l’aria e dovrà essere rimosso con attrezzo adatto.

Garanzia di un anno. L’apertura e qualsiasi manomissione dell'apparecchio da parte di personale o di tecnici non autorizzati provoca la decadenza della garanzia